Scrivere di sé è una cosa difficile e non ho di certo scoperto l'acqua calda. Potrei partire con nome cognome e data di nascita ma di sicuro vi annoierei. Quindi vi racconto come sono stata fulminata dalla vocazione del verbo e della comunicazione.

Chi sono?


Sono la bambina che faceva le televendite davanti allo specchio leggendo le etichette dei saponi, sono l'adolescente che ha scelto il linguistico perché voleva viaggiare, sono la diciannovenne che si è innamorata di un libro di Annamaria Testa e ha deciso che avrebbe fatto la copy.

Ci sono riuscita?


Non lo so, ma il mio lavoro mi ha dato moltissime soddisfazioni e, a quasi 13 anni dalla mia entrata in questo settore strampalato, posso dire davvero di essere cresciuta. Oggi sono una professionista che è passata per ambienti diversi ed è riuscita ad imparare osservando dietro a monitor giganti e ascoltando, per apprendere tutto quello che c'era da sapere. Ho scelto di non andare a vivere in una grande città forse per paura, ma anche perché la grande provincia italiana mi offre una vita in cui mi sento più a mio agio. Sono rimasta e mi sono accorta di quanto sia difficile parlare con le vere imprese italiane: quelle senza siti internet e che magari fatturano quasi un milione di euro solo con carta e penna. Lontanissime dai grandi brand che studi all'università e assolutamente non pronte per piani di comunicazione articolati con budget importanti. Può sembrare più semplice e invece non lo è.

È piacevole, stimolante e dà soddisfazioni senza riempirsi la bocca.



Nel quotidiano sono una segretaria al mattino, una professionista nel pomeriggio e nelle notti insonni, e per il resto del tempo una mamma single e imperfetta che si barcamena tra riunioni, nonni, disegni e giochi sul pavimento.

Amo leggere e ascoltare perché, anche se a volte faccio tutt'altro, sono convinta che le parole siano importanti da osservare, mangiare e ascoltare per immaginare anche quello che non c'è.

Vado pazza per il tiramisù fatto in casa, la musica ascoltata ininterrottamente durante il giorno da Spotify e dal giradischi, la pizza e le chiacchiere nei bar, per strada o seduti al tavolo.

 

L'Identikit

Tutto di me, in breve.
1NOME E COGNOME
Martina Caluri
2ETÀ
34 anni
3PROFESSIONE
Professionista della comunicazione esperta in PMI
4COMPETENZE
Dico a tutti che sono una copy ma mi arrangio con la grafica e butto un occhio anche al web, e questo non perché so tutto di tutto ma perché proprio per le piccole realtà aziendali in cui ho lavorato, ho davvero imparato di tutto. A mandare una quantità infinita di mail, organizzare eventi, impostare strategie di marketing, creare campagne pubblicitarie, usare programmi di grafica, leggere, scrivere e addirittura fare di conto con la contabilità aziendale.
5SEGNI PARTICOLARI
Iperattiva
6PASSIONI
Musica e sorrisi dell'omino ( il mio piccolo grande bambino di 5 anni)

Ho raggruppato esperienza e competenze nell'ufficio Marketing in affitto.
Clicca sul pulsante e scopri il servizio

IPERATTIVA: Una vita da creativa

È passato qualche anno da questo video ma resta un bel modo per conoscermi meglio.

Video Credit: Moira Volterrani - MVdeo